Mitologia e... Dintorni

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
  • Direttiva EU sulla Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti: cliccando OK, proseguendo nella navigazione o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Tavole comparative

Email Stampa

Tavola comparativa divinità greche e romane

Durante la sua espansione l'impero romano inglobò diversi elementi delle culture e delle religioni conquistate. Dagli studiosi delle religioni questo fenomeno è denominato «Interpretatio Romana», ossia comprensione romana. Quando la cultura greca e quella romana si fusero intorno al III secolo a.C., le antiche divinità romane vennero associate a quelle greche (non tutte). Nella tabella sono indicati i nomi delle divinità più conosciute e il loro appannaggio nella mitologia delle due culture.

Nome Greco Nome Latino Caratteristiche
Ade Plutone Dio degli inferi e signore dei morti.
Afrodite Venere Dea della bellezza, del desiderio e dell'amore. Nella mitologia romana: dea dei giardini e dei campi.
Apollo, Febo Apollo Dio della profezia, della medicina e dell'ispirazione artistica e successivamente dio del Sole.
Ares Marte Dio della guerra.
Artemide Diana Dea della caccia. Fu anche dea della Luna.
Asclepio Esculapio Dio della medicina.
Atena, Pallade Minerva Dea delle arti, dei mestieri e della guerra, soccorritrice degli eroi e della saggezza.
Crono Saturno Dio dei cieli, signore dei titani.
Nella mitologia romana: Dio dell'agricoltura.
Demetra Cerere Dea del grano e dei raccolti.
Dike Giustizia Dea della giustizia.
Dioniso Bacco Dio del vino, della vegetazione e dell'ebbrezza estatica.
Ebe Juventa Dea della giovinezza.
Efesto Vulcano Dio del fuoco e della lavorazione dei metalli; fabbro degli dei.
Elio Sole Dio Sole.
Eos Aurora Dea dell'aurora.
Era Giunone Dea del matrimonio e del parto, regina degli dei.
Eracle Ercole Eroe invincibile, divinizzato dopo la morte.
Erinni Furie Dee della vendetta implacabile.
Ermes Mercurio Messaggero degli dei, protettore dei viaggiatori, dei ladri, dei mercanti, degli inventori e scienziati.
Eros Cupido Dio dell'amore.
Estia Vesta Protettrice della casa e del focolare.
Gea Terra La Madre Terra.
Hypnos Sonno Dio del sonno.
Leto Latona Madre di Apollo e di Artemide.
Moire Parche Dee del destino degli uomini.
Nike Vittoria Dea della vittoria.
Persefone Proserpina Dea degli inferi e delle stagioni.
Poseidone Nettuno Dio del mare e dei terremoti.
Rea Opi Moglie di Crono e Dea Madre.
Selene Luna Dea Luna.
Urano Cielo Dio del cielo, padre dei titani.
Zeus Giove Signore degli dei.

Tavola esplicativa delle divinità egizie

Divinità Attributi e Figurazione
Ammone Originariamente dio delle forze riproduttive; in seguito, re degli dei e creatore supremo.
Figurato come un ariete o un falco, o come un uomo con testa di ariete o di falco, a volte con un copricapo piumato.
Anubi Dio e giudice dei morti.
Figurato come un uomo dalla testa di sciacallo; nelle tombe, rappresentato da un cane o da uno sciacallo accovacciato.
Aton Originariamente un aspetto di Ra, fu dichiarato dio unico e assoluto dal faraone Akhenaton.
Rappresentato nella forma del disco solare, alle estremità dei cui raggi erano mani tese verso la Terra.
Bastet Dea dell'amore e della fertilità, figlia di Ra; le era sacro il gatto, con cui veniva identificata.
Inizialmente figurata con sembianze di leone, successivamente come donna con testa di gatto.
Athor Dea del cielo e dea madre, figlia di Ra e sposa di Horus; era spesso associata a Bastet.
Figurata in forma bovina, o come donna con testa bovina.
Horus Dio del cielo, figlio di Iside e Osiride e sposo di Athor. In esso si identificava la figura del faraone.
In genere figurato come un falco, o come un uomo con testa di falco.
Imhotep Patrono degli scribi e degli artigiani, della saggezza e della medicina. La sua figura deriva dalla divinizzazione dell'architetto che progettò la piramide di Zoser.
Figurato come un uomo dalla testa rasata, seduto e recante in mano un rotolo di papiro.
Iside Dea della fertilità e della maternità, dotata di poteri magici; sposa di Osiride e madre di Horus.
Figurata come una donna, sul cui petto era un nodo e sul cui capo un trono, o un copricapo formato da un disco racchiuso fra corna bovine.
Maat Dea della legge, dell'ordine e della giustizia.
La sua immagine nelle rappresentazioni funebri è spesso posta su un piatto di una bilancia.
Mut Sposa di Ammone e madre di Khonsu, con i quali formava una triade divina.
Ritratta come una donna, talvolta dalla testa di leone, talvolta di avvoltoio.
Nut Dea del cielo, madre di Iside.
Le sue immagini rappresentano una donna, il cui dorso cosparso di stelle si inarca a coprire la Terra.
Osiride Principio maschile della generazione, dio dei morti e dell'oltretomba, sposo di Iside e padre di Horus.
Nelle rappresentazioni il suo corpo è mummificato oppure fasciato da un mantello, sul suo capo è una corona piumata e nelle sue mani sono gli emblemi del frustino e del pastorale.
Ptah Creatore della Terra, padre degli dei e degli esseri viventi, protettore degli artigiani; sposo di Sekhmet.
Figurato come un uomo con in mano i simboli del potere e dell'eternità.
Ra Dio Sole, creatore e signore dell'universo.
Rappresentato come un uomo dalla testa di falco o di toro, adorna di un copricapo recante il disco solare.
Sekhmet Dea della guerra e custode delle leggi, figlia di Ra e sposa di Ptah.
Raffigurata come una leonessa, talvolta dal capo di donna.
Seth Fratello e assassino di Osiride e di conseguenza personificazione della morte.
Figurato quasi sempre come un animale fantastico, o come un essere umano dalla testa mostruosa; associato spesso con il coccodrillo e l'ippopotamo.
Thoth Dio Luna, signore del tempo e dell'ordine, giudice degli dei e dei defunti.
Figurato come un uomo seduto in trono, dalla testa di ibis, a volte di babbuino.